Sanità solidale, ultime visite dell’anno il prossimo 25 novembre presso la casa di Cure Triolo Zancla. Per informazioni chiamare la Caritas al 3792720296. Canzone: “Proseguiremo anche nel 2024”

Facebook
Twitter
LinkedIn

Ultime visite specialistiche dell’anno il prossimo 25 novembre nell’ambito del progetto Sanità Solidale rivolto a soggetti economicamente svantaggiati che non possono permettersi le necessarie cure mediche. Poi a dicembre sotto le feste di Natale, in sostituzione delle visite, è previsto un pranzo solidale.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad un protocollo d’Intesa siglato due anni fa, e poi rinnovato, tra la San Lazzaro Onlus, rappresentata dal dottor Giuseppe Canzone, il gruppo Karol Strutture sanitarie, presieduto dall’avvocato Marco Zummo, la Caritas e l’Asp. In questo scorcio di fine anno il gruppo Karol è stato sostituito dalla Casa di Cure Triolo Zancla rappresentata dal dottor Luigi Triolo. Ed è in quest’ultima struttura che si terranno le visite specialistiche di novembre. Sarà presente anche Monsignore Gualtiero Isacchi, arcivescovo di Monreale.

Il progetto ha previsto e prevede visite gratuite l’ultimo sabato di ogni mese. Per informazioni e prenotare un appuntamento bisogna chiamare la Caritas a questo numero 3792720296. Il servizio è rivolto a persone con Isee basso, senza fissa dimora, privi di documenti di identità o di codice fiscale e comunque in stato di indigenza. Le segnalazioni possono essere fatte anche da varie comunità e associazioni.

“Da ora in poi, sulla base dell’esperienza maturata – dice il dottor Canzone – sarà possibile effettuare visite gratuite nelle seguenti branche specialistiche:  ginecologia, cardiologia, radiologia, pediatria e medicina interna, oltre agli esami di laboratorio. Sono state eliminate chirurgia, dermatologia e ortopedia, mentre sono state potenziate la medicina interna e la cardiologia. A dicembre stileremo il calendario del 2024 delle branche specialistiche per cui si può richiedere una visita”.

Queste le dichiarazioni rilasciate al momento della presentazione del progetto all’inizio di quest’anno

“Esprimo il mio plauso per questa nobile iniziativa – ha detto l’arcivescovo Isacchi – che mette insieme professionisti, imprenditori e volontari a sostegno degli invisibili, ovvero verso coloro che non hanno la possibilità di accedere al sistema sanitario. È un progetto che dà speranza in un momento in cui la logica dello scarto sembra prevalere e aiuta a diffondere un messaggio di recupero della dignità della persona e dell’accoglienza verso gli ultimi”. 

“Come Karol – ha proseguito Zummo – abbiamo voluto rinnovare la nostra disponibilità e il nostro impegno a sostegno di questo progetto che viene incontro alle esigenze di chi oggi non si può permettere le cure sanitarie e che purtroppo sono in tanti. Offriremo le nostre strutture sanitarie e il nostro personale per continuare a fare anche prevenzione perché tra i pazienti abbiamo diagnosticato, attraverso i check up, anche malattie oncologiche che, se non fossero state rilevate in tempo, avrebbero certamente portato a gravi conseguenze per il paziente “. 

“Se nel 2022 – ha detto il dottor Canzone – abbiamo effettuato oltre 1.800 visite per quest’anno contiamo di superare le duemila. Siamo molto soddisfatti perché oltre all’aumento dei pazienti si è registrato anche l’incremento di medici e infermieri che hanno voluto aderire al progetto, mettendo a disposizione la propria professionalità e il loro tempo”.

Sede degli ambulatori: Casa di Cure Triolo Zancla piazza Fonderia n 4.

Responsabile clinica Triolo Zancla: Luigi Triolo.

Presidente San Lazzaro onlus: Dottor Giuseppe Canzone.

Prenotazione per le visite: tramite Caritas.

In foto: l’arcivescovo Gualtiero Isacchi con alcuni dei responsabili del progetto inaugurato nel gennaio 2023

 

Emigrazioni e morti in mare. Una vita umana non è negoziabile mai. Separare l'azione repressiva da quella del salvataggio

di Giorgio Bisagna, avvocato. Presidente dell’associazione Adduma, Avvocati dei diritti umani. Il processo che vede…

testatina-belle-storie

Io mentore di due ragazzi immigrati e la sfida per la loro integrazione

Rino Canzoneri Da Il Mediterraneo24 Palermo – Quando nel 2016-2017 vedevamo in Tv i barconi…

SITI PARTNER